lunedì 15 settembre 2008

Serata cinema


Il tempo e le temperature non proprio gradevoli, hanno portato me e Paolo, ieri, a decidere di andare al cinema. Il film che abbiamo deciso di vedere è HANCOCK interpretato da Will Smith.

Supereroe strambo, alcolizzato e affetto da amnesia, invulnerabile e con la capacità di non invecchiare, vive a Los Angeles e i suoi interventi costano milioni di dollari alla cittadinanza piochè è quasi sempre ubriaco.
Incurante dell'opinione altrui, Hancock, manifesta disinteresse quando viene convocato in tribunale ma un giorno salva la vita a Ray Embrey, PR, incastrato sulle rotaie dentro la sua auto, il quale, nonostante gli innumerevoli danni (per salvare il pr provoca il deragliamento del treno) e gli insulti dei cittadini, lo ringrazia pubblicamente, offrendosi di aiutarlo a diventare migliore e ad acquistare popolarità.
Un procuratore distrettuale vuole mandare Hancock in prigione e Ray gli consiglia di consegnarsi.
Non del tutto convinto, Hancock accetta, ma in prigione affronta non pochi problemi poichè, quasi tutti quelli rinchiusi, sono lì proprio perchè il supereroe ha aiutato a far arrestare.
Intanto, con l'aiuto di Ray, smette di bere e, con qualche suggerimento in più, inizia a congratularsi con la polizia quando la situazione lo richiede.
Un mese dopo, il capo della polizia, convoca Hancock per salvare la vita ad una poliziotta rimasta ferita durante una rapina ad una banca.
Con un nuovo modo di fare e con una tuta da supereroe (complimeti per il fisico e peri il lato B) procuratagli da Ray, Hancock salva la vita alla donna, affronta il capo dei rapinatori, che gli giura vendetta, salvando la vita anche agli ostaggi con non poca difficoltà riuscendo, così, a divenire finalmente popolare.
La sera stessa, Ray e sua moglie Mary (interpretata dalla bellissima Charlize Theron), invitano a cena Hancock che gli racconta di essersi risvegliato in ospedale, 80 anni fa, privo di ogni ricordo passato.
Quella stessa notte, dopo aver accompagnato a casa Ray che durante la cena aveva bevuto un pò troppo, Mary racconta ad Hancock di avere anche lei dei poteri e che entrambi sono gli unici ad essere ancora vivi da 3000 anni, di essere stati creati in coppia (in passato erano sposati) e che tutto ciò comporta dei pericoli in quanto, lo stare a contatto, gli rende vulnerabili.
Successivamente, Hancock, viene ferito con la pistola da un rapinatore.
Portato in ospedale, viene resa nota, dai media, la sua posizione, permettendo ai criminali evasi che vogliono vendicarsi, di raggiungerlo e di ferirlo ulteriormente.
Anche Mary resta ferita tentando di salvargli la vita.
Prima che i criminali sparino il colpo di grazia ad Hancock, Ray, giunto in ospedale, dopo avere appreso la notizia, colpisce con un'ascia antincendio il delinquente, uccidendolo.
Mary riesce a salvarsi e ad Hancock tornano i poteri, compresa l'invulnerabilità.
Accetta, finalmente, la sua vita da eroe, trasferendosi a New York, per permettere a Ray e Mary di vivere tranquilli e, mentre i due, passeggiano sulla banchina di Santa Monica, Hancock chiede loro di alzare la testa verso la luna, dove ha scolpito il marchio di Ray per ringraziarlo.

Film con una impronta ironica data dall'interpretazione di Will Smith ma che lascia ugualmente riflettere sul "fattore immortalità". Peccato per i defincetelli in sala che hanno "rumoreggiato" un pò troppo.
Vi consiglio di vederlo e magari con compagni di sala decenti:-)!

Se ancora non avete visto il film e ne gradite un assaggio...vi lascio il trailer:

3 commenti:

kay ha detto...

se passi da me c'è una sorpresa che ti aspetta!!

Roberto ha detto...

Odio quelli che fanno rumore al cinema....
...delle volte rovinano il film...

...comunque un film carino, come si dice....ho speso + soldi, in modo peggiore..

ciao

Nelly-Paolo ha detto...

Diciamo che in questo caso m ne hanno rovinato parte...mi innervosiscono!!!! Il Film, nel complesso, non è stato malvagio ma a tratti prevedibile! Grazie di essere passato. Nelly