martedì 23 dicembre 2008

Quell'angelo lassù

Ieri pomeriggio, guardando la tv, ho visto su raiuno un servizio che parlava degli anziani rinchiusi in case di riposo o che vivono soli e che quindi passeranno il Natale senza la compagnia dei parenti. Nei loro occhi ho visto solitudine, tristezza, amarezza per una vita vissuta all'insegna della famiglia, con i valori di una volta, dove, benchè ci fosse povertà, si restava uniti sempre e comunque. Tutti quelli intervistati, quando parlavano dei loro figli i nipoti, rispondevano:"ma loro hanno i loro problemi".
Già, ogniuno di noi ne ha ma questo non giustifica il fatto di reputarli "ingombranti" e non soltanto per le feste. Per tutto l'anno.
Guardandoli, mi è venuta in mente la mia nonnina, tutte le volte che non sono andata a trovarla, tempo sprecato per le sciocchezze e non utilizzato per fare quella chiamata in più. Le volte che l'ho criticata e non considerata. Quelle in cui non le ho detto "ti voglio bene".
Adesso lei non c'è più, da due anni, compiuti proprio ieri, 22 dicembre. Non posso più parlarle guardandola in viso, ma spero che lassù possa vegliare su di me e sui miei cari, come io non ho fatto con lei.
Spero che quel sogno, fatto tempo fa, in cui lei era un angelo che soccorre i più bisognosi sia una realtà.
TI VOGLIO BENE NONNINA.
Tua nipote
Antonella

13 commenti:

@L ha detto...

poveri anziani, sopratutto in queste feste molti rimangono soli.
ma....
ciao e buone feste

lellofieramosca ha detto...

Sei proprio una persona da abbracciare.
Se la tua nonnina sarebbe ancora in vita,ti ringrazierebbe e sarebbe grata di quano hai scritto.

Anto e Paolo ha detto...

Ciao @L. Meno male che si dice che a Natale siamo tutti più buoni. Guardare i loro visi, ieri, mi ha fatto capire quanto molti siano poveri e aridi dentro. Senza parole.

ilaria ha detto...

Buone feste che tu possa passarle con serenita'...un bacio:)

Anto e Paolo ha detto...

Ciao Lello, ti ringrazio delle belle parole. Spero che quell'abbraccio mi possa arrivare in un modo o nell'altro, anche se solo in un sogno! Un bacio

Anto e Paolo ha detto...

Ciao Ilaria, buone feste anche a te. Ti auguro che questo Natale ti possa portare tutto ciò che desideri. Un bacione

tempesta ha detto...

ricordo ancora i miei nonni erano adorabili...darei qualsiasi cosa per poter abbracciarli di nuovo...buon natale

stella ha detto...

Li ho visti personalmente a Natale gli anziani soli in una struttura...

Non mi sento di aggiungere altro.

Silvia ha detto...

Non sentirti in colpa: tua nonna sapeva che tu le volevi e le vuoi bene. Sono sicura che lei è accanto a te ogni istante!

Ti auguro un felice Natale e un bellissimo 2009!

;-)

Pupottina ha detto...

non sapendo quando potrò ripassare, visti gli impegni festivi e le corse per i regali di questi giorni, passo ora a farti i miei MIGLIORI AUGURI di Buon Natale ... un abbraccio ^______________^

digito ergo sum ha detto...

sei di una dolcezza disarmante.

buon natale a te e a chi ti vuole bene. e la tua nonnina è in pole position, che ti sorride.

Alfonso ha detto...

Quando facevo l'obiettore in Misericordia nel '99, portavo gli anziani dall'ospedale di Montevarchi alla casa di riposo... ma più spesso facevo il percorso inverso... Oggi siamo dell'idea che le case di riposo siano alberghi pieni di infermieri... e chiaramente i tenutari, visto che hanno tutto da guadagnare, non dicono il contrario... così tu gli porti tuo nonno che sputa o dice parolacce o che ha bisogno di una medicina diversa per ogni ora della sua giornata e ti senti a posto con la coscienza perché "lì è seguìto", anche se non ne avrebbe alcun bisogno. La verità? Viviamo in climi di emergenza, non c'è più la "mamma-figlia-nuora casalinga" che può badare a chi è sempre meno autosufficiente. E tu sei una ragazza, non si può pretendere alcun tipo di dedizione, questo tua nonna lo sapeva.
Vediamo il lato positivo, almeno per quello che ho visto io... in quei posti, se sai prendere la vita per il verso giusto, hai molti amici tuoi coetanei con cui giocare, molti animatori durante le feste che ti fanno sentire speciale, un sacco di attività ricreative. Buon natale a tutti gli anziani, a volte i nonni sono da soli anche nelle proprie case e con le proprie famiglie.

Anto e Paolo ha detto...

Ciao Alf, è vero che non esistono più "famiglie come una volta" ma è vero anche che siamo diventati sempre più menefreghisti ed egoisti. Non si pensa più alle esigenze e alle richieste degli altri ed è proprio questo il mio rammarico. Questo è ciò che mi rimprovero. Ho pensato a risolvere i miei problemi,o quelli che credevo tali,senza "regalare" quell'abbraccio in più a mia nonna. Ogni tanto bisogna fermarsi a riflettere su ciò che a mio avviso è il valore più grande:l'affetto delle persone care. Il dare e ricevere. Un abbraccio. Anto