sabato 9 maggio 2009

Origine festa della mamma


Domani è la loro festa! La più bella fra questo genere di ricorrenze perchè si festeggia la figura più dolce della casa, la mamma! Ci ha portato in grembo per nove mesi, ci ha accudito da piccini e, quando può, ci sta vicino nei momenti difficili. Ecco come nasce questa festa:

La festa della mamma ha origini antichissime, poiché già gli antichi Greci dedicavano alle loro genitrici un giorno dell'anno, festeggiando la dea Rea, madre degli dei. Feste in onore della nascita e della maternità venivano celebrate anche tra gli antichi Romani, che salutavano l'arrivo di maggio e della primavera con un'intera settimana di festività, dedicate alle rose e alle donne. Come i romani, anche gli antichi Umbri, a maggio, ricordavano la dea dei fiori e regalavano rose alle loro amate. Una 'festa della mamma', veniva celebrata anche nell'Inghilterra del 1600. Nel XVII secolo infatti, in Gran Bretagna, la quarta domenica della Quaresima, veniva celebrato il 'Mothering Sunday', il giorno in cui chi lavorava lontano da casa poteva tornare dai genitori e onorare la propria madre, offrendole il dolce 'Mothering cake'.
Questa festa pagana, con il diffondersi del cristianesimo, venne acquisita dalla Chiesa, divenendo il giorno in cui si celebrava la 'Madre della Chiesa: forza spirituale della vita e protezione dal male', ma anche la propria madre terrena. Ma la 'madre' dell'evento che oggi viene festeggiato in quasi tutto il mondo, fu una donna americana. La festa della mamma, festeggiata la seconda domenica di maggio ha infatti origine negli Stati Uniti. Inizialmente proposta dalla signora Julia Ward Howe, nel 1872, come giorno dedicato alla pace, divenne una festa nazionale nel 1914, grazie alle petizioni di Ana Jarvis di Philadelphia. Ana Jarvis, infatti, nel 1907, desiderosa di ricordare l'anniversario della morte di sua madre, persuase la sua parrocchia a Grafton, nel West Virginia, a celebrare l'evento la seconda domenica di maggio. L'anno successivo tutta Philadelphia festeggiò la festa della mamma. I sostenitori della Jarvis iniziarono quindi a scrivere a ministri e uomini d'affari per proporre la festa come giorno nazionale, e già dal 1911 l'usanza si era diffusa in quasi tutti gli Stati americani. Sul finire del 1914, il Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson ufficializzò la festa come festività nazionale, da tenersi ogni anno nella seconda domenica di maggio. Oggi le mamme di quasi tutto il mondo ricevono piccoli pensieri e fiori dai loro figli, a testimonianza dell'affetto e della riconoscenza di questi. Anche se non tutti paesi festeggiano la seconda domenica di maggio, l'usanza di regalare rose rosa alle mamme e di portare rose bianche sulle tombe delle mamme morte è quasi mondialmente diffusa. La festa della mamma è una delle feste "laiche" più apprezzate in tutto il mondo. Ma, in questo lieto giorno, in cui le mamme sono circondate di amore, affetto e piccole attenzioni si dovrebbe anche riflettere sulla figura ed il ruolo della "mamma" nella nostra società.


Nella foto:io e la mia mamma qualche anno fa.
Fonte:www.ilpaesedeibambinichesorridono.it

12 commenti:

Tomaso ha detto...

veramente interessante sapere l'origine di questa festa che noi tutti domani festeggiamo. Tutte le mamme, giovani, vecchie, nonne, e tutte quelle mamme che ci hanno lasciato e ci guardano dal cielo proteggendoci.
Per me direi che, festa alla mamma una volta all'anno sia ben poco bisognerebbe che ognuno di noi sentissimo ogni giorno questa festa in modo che qualche vosta se si sentono sole noi le faremo capire che non sono mai sole.
Un forte abbraccio sincero, ringraziando forte le mamme.
Tomaso

stella ha detto...

Bravissima tesoro.
La mamma è TUTTO.
Auguri alla tua dolce mamma.

Alfa ha detto...

Post interessante.
Domani festeggerò anch'io sul blog la festa della mamma, in compagnia dell'amico Gino...

Anto e Paolo ha detto...

Vero Tomaso, soprattutto per le nuove generazioni che rispettano poco la figura dei genitori. Loro dovrebbero ancora di più considerarle. Un abbraccio a te e una serena serata.

Anto e Paolo ha detto...

Grazie Stella! Sei dolcissima come sempre! Un bacione^_^

Anto e Paolo ha detto...

Alfa, ma Gino è per caso lo stesso amico di Pupottina(hihihihi)???Un abbraccio

Alfa ha detto...

No, quello di cui parlo nel mio blog è solo un omonimo.
Pupottina, se passa di qua, può confermarlo: il suo amico Gino ha tanti difetti (e molti pregi) ma non è certo un ladro...

ciao!

frufrupina ha detto...

Sei fantastica....dolcissima..auguroni alla tua mamma...vieni da me cè un regalo.

Anto e Paolo ha detto...

Ma lo so Alfa. La mia voleva essere solo una battuta. Adesso corro a leggerti^_^!

Anto e Paolo ha detto...

Grazie Fru! Un complimento dalla dolcezza fatta persona fa sempre piacere^___^! Un abbraccio e un augurio forte a te!Baci

Alfa ha detto...

Figurati, ho capito, ma non vorrei che il Gino di Pupottina se la prendesse a male... ;)

Anto e Paolo ha detto...

Speriamo di no,Alfa!^______________^